L’Isotype: la rivoluzione della comunicazione visiva

Avete mai sentito parlare dell’Isotype (International System of typographic Picture Education)? È un sistema di comunicazione visiva, basato su pittogrammi, che supera le barriere linguistiche e culturali. Un metodo, chiamato inizialmente "metodo Vienna di statistica visiva", inventato nel 1925 da Otto Neurath (filosofo, sociologo ed economista austriaco), il quale in seguito riconoscendo la necessità di un aiuto da parte di un designer, chiede a Gerd Arntz (illustratore) una collaborazione per realizzare segni elementari, pittogrammi che potessero riassumere nella pratica e visivamente ciò che il sistema viennese asseriva. Da quel momento assume un nuovo nome: Isotype. Il suo obiettivo è quello di comunicare le informazioni in modo visivo, semplice, immediato e senza l'ausilio di parole. Sono due i pensieri che hanno spinto Otto Neurath a cercare e ricercare un sistema adatto alle nuove esigenze, scopriamoli: riconobbe l’importanza e il ruolo fondamentale che le immagini avevano nell’uomo, il quale si istruisce e conosce tramite impressioni visive, illustrazioni, fotografie, immagini ecc... riuscendo ad apprendere più velocemente che tramite un linguaggio verbale; Nel corso degli anni i segni e la comunicazione universale si sono evoluti sempre più, nasce così la necessità di modernizzarsi, di andare incontro a questo cambiamento per riuscire a comunicare al meglio le informazioni al pubblico.