brand-branding-brand-identity-significato-importanza

Brand, Branding e brand Identity: significato e importanza

Brand, Branding e brand Identity: significato e importanza

Perché oggi avere un brand è essenziale per ogni impresa? Perché il brand è il primo passo, il più importante per un’azienda? Come dovrebbero considerarlo?

Per comprendere l’importanza di avere un buon brand è essenziale chiarire e definire bene cosa è il brand Identity, il brand, il branding e il logo.

Risponderemo ad altre domande, come: “Su quali aspetti un brand migliora, fa crescere e fa emergere con successo un’azienda? Quali obiettivi un brand ben strutturato è capace di raggiungere? Quali sono gli elementi principali che formano un brand? Cosa deve fare un’impresa per creare un Brand Identity notevole?”

È un argomento molto complesso e di domande da rispondere ce ne sono tante e sicuramente un articolo non può bastare, ma voglio, rispondendo alle domande precedentemente elencate, rispondere per eliminare ogni dubbio o domanda al proposito.

Iniziamo subito, chiarendo cosa è il logo, il brand, il branding e il brand identity.

Logo, Brand, Branding, brand identity e brand equity

Tutti questi elementi sono uniti tra loro, per questo in questo articolo parleremo di tutte e quattro. parlando e ritornando a parlare più volte durante questo articolo, ma facciamo subito chiarezza su casa è il logo e cosa è il brand (marca).

Facciamo chiarezza tra logo e brand (marca)

Chiariamo un punto importante: “il brand(marca) non è composto solo dal logo, quindi il logo e la marca non sono sinonimi.

Scopriamo insieme i loro significati:

    • Logo/marchio: è l’elemento grafico distintivo di una azienda. L’insieme dei simboli grafici o solo testuali con il quale la marca e l’azienda si presentano al pubblico e grazie al quale riescono a identificarsi e distinguersi dai propri competitor;  Da un logo è possibile, anzi è essenziale, trarre una serie di informazioni che il brand (la marca) deve trasmettere al suo pubblico.
  • Brand (marca) è l’entità che rappresenta e comunica tutti i valori dell’impresa e tutti i suoi elementi visivi e percettivi definendone così il suo posizionamento (brand position) sul mercato. In quanto riesce a rimanere nella mente delle persone, a essere riconosciuto e a far parlare di sé. In due parole: “tutto quello che viene percepito dell’impresa dal suo pubblico. Collegato ad esso troviamo il brand equite che in due parole (anche se c’è tanto da dire) tramite la marca, si relaziona e lavora in stretto contatto con il mercato sviluppando capitale ed è l’insieme dei significati e delle emozioni che un brand vuol comunicare.

Branding e brand identity cosa sono?

Il Branding è il processo che serve a costruire un brand aziendale e a comunicarlo al suo pubblico. Possiamo ancora definirlo il coefficiente visivo del brand o marca legato alla strategia commerciale e finanziaria di un’impresa.

Il Brand identity è tutto quello che viene percepito, visto e venuto a contatto del brand con il suo pubblico. Quali sono gli elementi che lo compongono? Risponderò a questa domanda più avanti.

Mi piace definirlo, l’anima, la personalità e il messaggio di un’azienda o di un personal brand. È il punto di arrivo e di partenza ma sopratutto è l’unica guida indispensabile capace di far raggiungere il successo e, punto non meno importante, capace di dare un’identità unica, irripetibile e riconoscibile all’impresa permettendole di differenziarsi dai suoi competitor.

Quindi, possiamo definire la Brand Identity la carta di identità dell’impresa, ma non è solo questo.

Sono sicura che concorderete con me che oggi, è difficile avere l’esclusiva su un prodotto o servizio. Oggi, non possiamo far a meno di competere con le altre imprese del nostro stesso settore. La domanda è: volete emergere? Volete diventare voi i protagonisti?

Allora dovete riuscire a crearvi una buona reputazione, ecco che si ritorna a parlare di brand, perché il brand è anche questo.

Brand e il suo potenziale

Jim Stengel (Libro: “Grow”) afferma: “Un business è forte solo fin quanto è forte il suo brand”.

Sì, grazie a un buon brand le persone possono andare in un supermercato e decidere per la prima volta di fidarsi di un’azienda rispetto a un altra solo perché la confezione di quel determinato prodotto ispira fiducia (percezione e comunicazione visiva del brand).

Ancora, grazie a un buon brand il cliente può riconoscere/identificare velocemente il loro prodotto preferito (il prodotto della vostra azienda) anche in mezzo a mille altri prodotti simili.

Le persone devono essere in grado di poter affermare: “se acquisto questo prodotto/servizio vado sul sicuro con questo brand”.

Questa sì che è una buona e forte reputazione aziendale.

Quando questo accade, significa che il brand ha saputo raggiungere degli obiettivi, vediamo quali:

    • ha saputo creare e rappresentare al meglio l’immagine e la marca dell’azienda rendendola duratura, forte e coerente con i valori e il messaggio che distingue l’azienda;
    • ha saputo crearsi una buona e forte reputazione (Reputation power);
    • ha contribuito al raggiungimento di un buon posizionamento e alla credibilità dell’azienda creando un legame con il suo pubblico solido e duraturo (Loyalty Power);
    • ha saputo rendere unico e irripetibile quel prodotto o servizio che offre, distinguendolo dagli altri (Distinctiveness power);
    • ha saputo ispirare fiducia comunicando i valori dell’azienda, ciò che essa è, promette e fa.
  • ha saputo trasformare un pubblico passivo in un cliente, spesso leale nel tempo.

Detto tutto ciò, sono sicura che concorderete con me su questa affermazione: il Brand Identity è fondamentale per un impresa e per i suoi servizi/prodotti, in quanto permette di garantirne la sua crescita, il suo successo e un futuro duraturo alle aziende nonostante le crisi economiche e alla continua concorrenza di altre impresi simili già esistenti e di quelle emergenti.

Lo fa trovando e identificando il posizionando dell’impresa essenzialmente in 3 modi:

  • vendendo la sua marca;
  • seguendo una strategia di mercato efficace e funzionale;
  • facendo emergere la marca dell’impresa rispetto ai suoi competitor mostrandone le caratteristiche uniche che la distinguono”.

Spesso un brand Identity riesce a presentare l’azienda al pubblico con una proposta più efficace, unica e irripetibile, senza per forza abbassare i prezzi. Spesso ha più successo perché, proporsi con prezzi più bassi nel mercato non fa altro che iniziare una lotta di competizione senza fine.Invece, è importante tenere bene in mente il vero obiettivo fondamentale: trasformare il marchio in una marca.

Volete un esempio pratico di un’azienda che non ha mai abbassato i prezzi ma anzi si è proposta con prezzi elevati e oggi ha ottenuto un grande successo solo grazie a un brand notevole?

L’azienda Apple. Essa presenta i suoi prodotti con un marchio (la mela mangiucchiata) che trasmette qualità e unicità legate a un prezzo alto ma che ne giustifica le ragioni. Oggi molti non ne possono fare a meno. Sono tante le persone che hanno acquistato i loro prodotti e sono ancora tanti quelli che sentono il bisogno di acquistarlo solo perché i loro amici lo hanno.

Adesso entriamo nei particolari. Vediamo di scoprire quali elementi caratterizzano un buon brand identity.

Quali sono gli elementi che caratterizzano un Brand identity

Quali sono gli altri elementi che compongono il Brand Identity?

Scopriamoli:

    • Noming: nome dell’impresa + tipo di carattere (il font);
    • Logo/marchio:l’elemento grafico distintivo di una azienda.
    • Slogan: la frase univoca che identifica l’azienda e che spesso accompagna il logo/marchio;
    • Colori: colori della “scritta”, colore del logo e colori aziendali, elemento da non sottovalutare in quanto ha un forte potenziale nascosto, ma lo vedremo in un latro articolo;
    • Immagine coordinata: tutti gli elementi  grafici che compongono i prodotti/servizi che si commercializza con il brand. Vi faccio alcuni esempi: biglietto da visita, carta intestata, manifesti, insegna, sito web e tanto altro.
    • Mission e Vision: due testi che identificano lo scopo dell’azienda e la visione utile per raggiungerlo.
    • Packaging: la confezione sia di un prodotto materiale che di un servizio.
  • Gli attributi fisici di un prodotto: tutti gli elementi che compongono i prodotti/servizi che si commercializza con il brand.

Vorrei aprire insieme a voi una parentesi sugli attributi fisici.

Attributi fisici

Oggi tali attributi non hanno più la stessa importanza che avevano una volta, ma si tende a dare più valore allo status che questi prodotti hanno raggiunto nella società.

Oggi si tende ad acquistare un determinato prodotto non per le sue qualità o per quello che può darci, per esempio non acquistiamo un alimento solo per nutrirci o un abito solo per coprirci, ma acquistiamo quel abito di una determinata marca per la posizione sociale che esso ha assunto. La marca oggi riesce ad influenzare la mente della società e spesso lo fa in modo inconscio.

Ricordo un bambino che chiese alla mamma un giubotto di una determinata marca non perché ne aveva bisogno ma solo perché tutti i bambini della sua classe avevano il giubotto di quella marca.

Dobbiamo ammettere che i tempi stanno cambiando e che sempre di più il brand acquisisce maggior importanza e potere. Quindi, non sottovalutatelo, ne va del vostro successo.

Cosa fare?

Ci vuole tempo prima di arrivare a creare un brand (la vostra identità) solido ma è il primo punto essenziale e possiamo affermare di aver raggiunto tale obiettivo solo quando esso si lega in maniera concreta e duratura nella mente delle persone, quando essa fa parlare di sé e della propria impresa. Sicuramente, in modo positivo ;). Nel frattempo, è importante iniziare con il piede giusto.

Innanzitutto, è importante capire che un buon brand non sostituisce la necessità di avere un buon prodotto o servizio. Il brand Identity può identificare la vostra posizione rispetto al mercato, ma non può né raggiungerlo e né restarvi se il vostro prodotto non rispecchia realmente tutti quei valori che il brand trasmette.

Quindi, chiedetevi: il mio prodotto/servizio è di qualità? I prezzi rispecchiano e giustificano il vero valore dei vostri prodotti/servizi? È un prodotto/servizio esclusivo? Come il mio prodotto sta cambiando la vita dei miei clienti? Come il mio servizio sta semplificando le loro attività o li aiuta a progredire? Perché chi osserva dovrebbe scegliere il vostro prodotto/servizio anziché un’altro?

Confrontatevi con i vostri competitor, vi aiuterà a rispondere a queste domande.

Una volta risposto a queste domande è importante identificare i valori e i vantaggi dei vostri prodotti/servizi e comunicarle con costanza, come? con gli strumenti adatti. Quei strumenti che andranno a costruire l’immagine visiva e non del vostro brand: nome, logo, marca, slogan, colori, packaging ecc… .

Ricordate principalmente 3 aspetti:

    • ogni azienda ha bisogno di una strategia diversa;
    • Un brand e sopratutto il naming e il logo/marchio devono essere; semplici da ricordare anche se capaci di trasmettere un numero vario di informazioni. Ricordatevi che il logo non è solo semplicemente un immagine ma è la rappresentazione di tutta la vostra identità aziendale ed è spesso la prima cosa che il vostro pubblico vede e conosce di voi;
  • oggi le persone sentono il bisogno di interagire con voi.

In questi casi è importante affidarsi a un professionista che possa aiutarvi nel modo più efficace e adatto alla vostra azienda per fornirvi tutti quegli elementi grafici essenziali per formare il vostro brand. Con un professionista potete identificare ciò che veramente vi distingue e l’obiettivo da raggiungere.

È importante coinvolgere il vostro target, falli innamorare del vostro brand, dei vostri valori e punti di forza e raccontate la vostra storia e sopratutto non mentite mai, questo significa creare una vostra Identità aziendale e un forte legame con il pubblico. È questo quello che oggi la società vuole e cerca.

Se volete saperne di più sul logo e della sua importanza cliccate qui Perché un logo è così importante per un’azienda

Spero che avete trovato interessante questo articolo, per favore se è così non dimenticate di cliccare su “like” o “mi piace”

Grazie per la vostra attenzione

Alla prossima

Nicoletta Rosone di Click Grafica

Argomenti che potrebbero interessarti:

About the author: nicoletta

Leave a Reply

Your email address will not be published.